Ispirati a me…

Tutte quante abbiamo i nostri problemi, accompagnati da debolezze, rimpianti, voglia di fare e non sapere come.

Non è facile fare la mamma senza contare con aiuti esterni, ma non  per quello ti devi annullare come donna, anzi prendilo come una prova, l’ennesima alla quale la vita ti sottopone.

Ci sono giorni bui, che sembrano non finire mai, dove vorresti solo scappare lontano da tutti. Cammina, possibilmente da sola, perché riesci a pensare meglio, e senza accorgertene tornerai carica e anche rilassata.

Gioca come quando eri bambina e scoprirai che ti diverti ancora, crea, qualunque cosa, perché mantieni attivo il cervello, lo stimoli; la palestra per la mente è meno faticosa che quella per il corpo, e dà più soddisfazioni!

Trova il tempo per leggere, anche libri di cucina, scrivi a mano, perché fra qualche anno non saprai più scrivere è quindi neanche insegnare o correggere gli errori che tuo figlio farà alle elementari. Vi sembra una cosa esagerata? Provate a togliere il correttore dal telefono e dai vari programmi di scrittura dal computer.

Nei tempi dei social network tutto sembra virtuale, ma dietro c’è sempre una persona, una idea, dei valori, con dei problemi come i vostri o peggiori, cercate di conoscere quella che vi ispira.

Una botta di vita la chiamo io! Ne abbiamo bisogno tutti, ma le mamme ancora di più.

Prendete questa lunga pausa e arricchitevi: studiate, tirate fuori la parte nascosta di voi: quella che è sempre esistita, ma che la ignoravi. Ecco, è arrivato il momento di tirarla fuori, per voi prima di tutti, il resto si sistema da sé.

#ispiratiame 🙂

Vanina Rodrigo

 

Annunci

5 pensieri su “Ispirati a me…

  1. È così.
    Non sono mamma ma intuisco.
    Specifico solo che ogni età ha i suoi problemi, e ogni condizione sociale o particolarmente personale e sì, ciascuno escogita i suoi trucchi, le sue pause.
    Chi in modo corretto e chi deborda (droga, alcol, violenza gratuita…)
    Camminare resta la medicina generale per tutti. Saramago diceva: Camminare è la medicina del mondo -)

    Liked by 1 persona

    • In realtà ho scritto questo post, perché vedo ogni giorno mamme disperate sfogarsi su facebook, o lanciarsi in attività online del tutto illegale nel nostro paese; altre invece hanno solo bisogno di far sapere che non ce la fanno, ed è una chiara richiesta d’aiuto, nel posto sbagliato, però forse non lo capiscono. A volte veniamo sottovalutate: la donna che sta a casa per la società è quella che non ha voglia di lavorare, nessuno si pone il problema che può esserci dietro; e credo che a volte siano tanti.
      Credo che camminare come diceva Saramago sia un ottimo rimedio! 😉

      Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...